Azienda Tenute Silvio Nardi
Località Tuscany-Montalcino (SI)
Anno fondazione 1950
Biologico NO
Cert. Biologica
Cert. Vegana

La Storia

 

1950

Silvio Nardi, titolare in Altotevere umbro di una delle prime aziende-leader non solo italiane di macchine agricole, fondata nel 1895, acquista la tenuta di Casale del Bosco a Montalcino.
Si concretizza così quello che allora non si chiamava ancora un “hobby”

 

1952

Grazie alle idee di Silvio Nardi, Casale del Bosco vince il premio come azienda agricola più innovativa, primato che conferma l’anno successivo

 

1958

Primo “forestiero” ad investire nel settore –vino a Montalcino, ancora paese misconosciuto, Silvio Nardi battezza la prima bottiglia di Brunello dalle cantine di Casale del Bosco. Il Consorzio del Brunello è ancora di là da venire

 

1962

Silvio Nardi acquista la Tenuta di Manachiara, 40 ettari di terreno coltivato a viti, presso Castelnuovo dell’Abate, 25 km da Casale del Bosco. Il prezioso Cru di Brunello prende tuttora il nome da questo vigneto.

 

1967

Silvio Nardi figura tra i fondatori del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, libera associazione tra produttori: si tratta di una mossa di ampio respiro prospettico, destinata a sviluppi proficui sia sotto il profilo della salvaguardia del prodotto sia, in netto anticipo sui tempi, su quello dell’immagine

 

1972

Silvio Nardi acquisisce la Tenuta di Bibbiano, nel territorio comunale di Buonconvento, località che da sempre vanta come simbolo architettonico il bellissimo castello medievale (IX sec.) posseduto dalla famiglia Nardi

 

1985

Emilia, la figlia minore di Silvio Nardi, entra ventenne in azienda e, d’intesa con i fratelli, favorisce l’introduzione di radicali cambiamenti nel processo di produzione vinicola e di conduzione aziendale

 

1990

Emilia Nardi subentra al padre nella direzione aziendale e intraprende un processo di ristrutturazione dei vigneti e di riorganizzazione della cantina. All’esperienza della tradizione si affianca la ricerca scientifica con l’introduzione delle selezioni clonali

 

1995

Da un’annata classificata eccellente nasce il Brunello prodotto dai vigneti di Manachiara, tuttora fiore all’occhiello dell’azienda, viene altresì avviata la definizione dei terroirs aziendali ognuno con sue caratteristiche proprie

 

2004

Prima annata di produzione del Brunello Poggio Doria, pregiato Cru dalla spiccata eleganza prodotto da uve provenienti dall’omonimo vigneto situato a Casale del Bosco. Il Ministero delle Politiche Agricole conferisce ad Emilia Nardi il premio “Dea Terra” per l’innovazione in agricoltura

OGGI

Le Tenute Silvio Nardi vantano 36 vigneti in un ambiente paesaggisticamente intatto e in un habitat biologicamente naturale, presupposti indispensabili per la valorizzazione di ogni singolo terroir

Rosso di Montalcino DOC

Turan Sant’Antimo DOC

Brunello di Montalcino DOCG